Docenti

INSIEME PER LA LEGALITA'

Data: 
Giovedì, 28 Marzo, 2019 - 08:45

Oggi 27 marzo 2019 gli alunni dell’I.C. “F. Surico”  hanno vissuto un momento di approfondimento sul tema del “Bullismo/Cyberbullismo” con la cortese presenza del Maggiore dell’Arma dei Carabinieri dott. Biagio Marro quale relatore esperto e competente. L’incontro voluto fortemente dal Dirigente scolastico Fabio Grimaldi e coordinato dall’ins. referente Angela Brisacani  si pone in attinenza con la progettualità delineata dal PdM d’Istituto e nel rispetto delle proposte UNICEF per l’anno  in corso; nasce dalla consapevolezza della diffusione del bullismo tra i ragazzi in età adolescenziale e pre-adolescenziale, sia all’interno che all’esterno del contesto scolastico e si propone di migliorare la conoscenza del fenomeno posto in essere favorendo un clima pro-sociale tra i ragazzi in un’ottica preventiva e operativa.

 L’alto ufficiale, utilizzando un linguaggio ben calibrato all’età della platea ha incantato i piccoli uditori che si sono destreggiati in molte domande pertinenti e ricche di contenuti sottolineando, ancora una volta, l’attualità del tema proposto. Un clima frizzante ha colorato di interesse ed entusiasmo la sala dell’auditorium “7 Febbraio 1985” addobbata per l’occasione dai lavori grafici dei piccoli protagonisti.

L’I.C. “F. SURICO” ringrazia  l’Arma dei Carabinieri nella persona del  Magg. Biagio Marro per la sensibilità dimostrata verso la tematica in oggetto e la cortese disponibilità a sostenere la scuola nella sua azione educativa.

Destinatari: 
AllegatoDimensione
Microsoft Office document icon GALLERIA FOTOGRAFICA.doc13.38 MB

BULLISMO CYBERBULLISMO - PREVENIRE E' MEGLIO CHE CURARE!

Data: 
Sabato, 23 Marzo, 2019 - 20:30

BULLISMO/CYBER-BULLISMO - Prevenire è meglio che curare!

Il bullismo è un fenomeno considerato una sottocategoria del comportamento aggressivo tipico dell’età scolare che trova la sua matrice d’origine all’interno delle relazioni sociali, anche virtuali come nel caso del cyber-bullismo.

Le caratteristiche di questo fenomeno diffuso tra i ragazzi sono l’intenzionalità, la sistematicità e l’asimmetria di potere. I ruoli del bullo e della vittima si definiscono all’interno delle relazioni, ragion per cui, il contesto entro il quale si manifesta assume un ruolo fondamentale.   La scuola, in quanto luogo di trasmissione di un'identità comunitaria ispirata a precise assunzioni di valori, deve favorire nei ragazzi  l'interiorizzazione di atteggiamenti  pro-sociali che intercettino le sempre possibili occasioni di comportamento violenti e vessatori per rimuoverli alla radice.     Bullismo e cyberbullismo sono pericoli intrinsecamente connessi alla condizione sociale e tecnologica del nostro tempo: il loro contrasto è efficace solo laddove l'azione della scuola si adoperi secondo linee convergenti di lettura del problema e di sviluppo delle soluzioni funzionali. Combattere il bullismo e il cyber-bullismo non significa quindi soltanto intervenire in  una problematica di attualità, ma anche investire nel futuro della qualità del nostro sistema sociale. 

La scuola, nella persona del Dirigente, prof. Fabio Grimaldi ringrazia il Comandante dell'Arma dei Carabinieri, magg. Biagio Marro per la sensibilità dimostrata verso la tematica in oggetto e la cortese disponibilità a sostenere la scuola nella sua azione educativa.

 

Destinatari: 

Comunicazioni Dirigente

Info Genitori Alunni

Info Docenti ATA